Decreto milleproroghe

SCOPRIAMO INSIEME I VANTAGGI

Il 2018 è un anno importantissimo per il settore edile, grazie al decreto Milleproroghe, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale. Ecco quali sono le principali misure per la casa previste dalla normativa. Qui di seguito la detrazione Iva e detrazione garage che fanno al caso nostro, in quanto nuova costruzione.

Detrazione del 50% del costo di costruzione del Garage.
Prorogata fino al 31 dicembre 2018, la detrazione sarà ripartita in dieci quote annuali di pari importo. Ai fini della detrazione è fondamentale che la cessione avvenga da parte di un’impresa costruttrice o ristrutturatrice. L’agevolazione consiste appunto nella possibilità di detrarre il 50% dell’Iva pagata con l’acquisto dell’unità immobiliare e del 50 % del costo di costruzione del Garage. Tale detrazione sarà ripartita in 10 quote di pari importo: la prima nell’anno in cui sono state sostenute le spese e nei 9 anni successivi.

 

ECOBONUS al 65%

Detrazione al 65% su lavori di riqualificazione energetica degli edifici, con un tetto di spesa agevolabile che cambia a seconda della tipologie di intervento. Nel caso degli interventi effettuati su parti comuni degli edifici condominiali, la proroga è più lunga, fino al 2021.

BONUS al 75% ECOBONUS CONDOMINI

Questa è una novità inserita dalla manovra 2018: detrazione al 70% per le spese di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali che interessano l’involucro dell’edificio (almeno per il 25% della superficie). Le spese per i lavoro devono essere sostenute dal primo gennaio 2017 al 31 dicembre 2021. Il bonus sale al 75% per gli interventi, sempre su parti comuni dei condomini, per opere finalizzate a migliorare la prestazione energetica invernale o estiva. Tetto massimo agevolabile, 40mila euro.

BONUS ALBERGHI

Era una detrazione già prevista negli anni scorsi, che nel 2018 è incrementata al 65% (dal precedente 35%) e riguarda gli interventi di ristrutturazione edilizia di strutture alberghiere e degli agriturismi. Sono escluse tutte le altre tipologie di strutture ricettive.

BONUS MISURE ANTISISMICHE

Detrazione dal 70 all’80% per ristrutturazioni antisismiche, l’entità della detrazione varia a seconda della classe di rischio. Nel dettaglio, il sisma bonus è al 70% per lavori che comportano il passaggio a una classe di rischio inferiore, e all’80% per un salto di due classi di rischio. Se i lavori sono fatti sull’intero edificio condominiale, la detrazione è più alta, al 75% per il passaggio a una classe di rischio inferiore e all’85% per un passaggio di due classi di rischio. Il tetto massimo di spesa in tutti i caso è di 96mila euro.

BONUS MOBILI

E’ prorogata fino al 31 dicembre 2018 anche la detrazione al 50% sull’acquisto di mobili destinati a immobile oggetto di ristrutturazione edilizia fino a un tetto di spesa di 10mila euro. La detrazione si applica a mobili ed elettrodomestici di classe A+ (classe A per i forni), anch’essa è ripartita in dieci quote annuali.